www.emanuelagrimalda.it

SCRIVI

LE SERVE DI GOLDONI
foto di Emanuela Grimalda recensioni

DI ALESSANDRO FULLIN
REGIA DI ANDREA ADRIATICO PER TEATRI DI VITA
CON ALESSANDRO FULLIN, EMANUELA GRIMALDA, FILIPPO PAGOTTO E CON L'APPARIZIONE DI EVA ROBIN'S

2007

Le Serve di Goldoni

Una produzione Teatri di Vita-La Biennale Teatro con il contributo di Comune di Bologna - Settore Cultura, Regione Emilia Romagna - Settore Cultura, Ministero per i Beni e le Attivitā Culturali


Alla Biennale Teatro di Venezia 2007, interamente dedicata a Goldoni e il teatro nuovo, debutta in prima assolta Le serve di Goldoni, un testo di Alessandro Fullin scritto alla maniera di Carlo Goldoni, diretto da Andrea Adriatico e interpretato da un imprevedibile cocktail di attori: lo stesso Fullin, Emanuela Grimalda, Filippo Pagotto e con l'apparizione di Eva Robin's. Personaggi chiave della storia sono le serve immaginifiche di casa Goldoni, vale a dire quelle figure che sono state in grado di accompagnare la vita di un autore così determinante per la cultura universale sbirciando dalle cucine ogni sua mossa. Ma cosa potranno mai raccontare le serve di casa Goldoni dell'abile maestro? Cosa mai vedranno dal loro angolo di osservazione privilegiato? Grazie alla penna surreale di Alessandro Fullin e alle trovate sceniche di Andrea Adriatico, ecco sbirciata dalle cucine la vita di Goldoni: il suo viaggiare tra Venezia e la Francia, il suo creare storie tra la laguna e Versailles, i suoi incontri con regine e popolane, diventano parti di una trama da raccontare in una girandola umoristica e camp.
La direzione di Andrea Adriatico incanala l'imagerie comica di Alessandro Fullin (e l'apparizione misteriosa di Eva Robin's) nell'alveo di una raffinata sperimentazione che unisce teatro e cinema.
Andrea Adriatico e Alessandro Fullin tornano insieme dopo quattro anni, quando furono riuniti da un'altra gloria nazionale, Gabriele d'Annunzio, rinato a comica vita con L'auto dei comizi; mentre con Eva Robin's Adriatico aveva realizzato più recentemente l'irresistibile incursione nel mondo di Copi con Il frigo.